:. Home Page
 

Raggruppamento di Riabilitazione Neurologica e Ortopedica



Responsabile Dr. Alessandro Ciarimboli  
Staff Medico Dr. Alfredo Del Monaco
Dr. Walter Di Iorio
Dr.ssa Caterina Iannella
Dr. Vincenzo Vozza
Dr. Giuseppe Matarazzo
Dr.ssa Stefania Puzzuoli Fantoni
 
Neuropsicologa Dr.ssa Angela Vardaro    
Logopedista Dr.ssa Iolanda Buglione/td>    
Coordinatrice Infermieristica Claudia Genetiempro    
Caposala Lina Vitelli    
Coordinatrice Terapisti della Riabilitazione Maria Rosaria Tiso    
     


Il raggruppamento di Medicina Riabilitativa delle disabilità neurologiche ed ortopediche svolge il proprio mandato nell’immediata fase post-acuta della malattia ed è definito da un accurato bilancio tra la stabilizzazione degli esiti e la presenza di potenzialità di recupero. Ciò avviene attraverso la elaborazione di un progetto riabilitativo individuale da parte dell’equipe riabilitativa, e l’attuazione di diversi programmi riabilitativi. Il processo riabilitativo coinvolge anche la famiglia del soggetto e quanti sono a lui vicini. Di conseguenza, il processo riabilitativo riguarda, oltre che aspetti strettamente clinici anche aspetti psicologici e sociali. Per raggiungere un buon livello di efficacia qualsiasi progetto di riabilitazione, per qualsiasi individuo, deve quindi essere mirato su obiettivi plurimi, programmati in maniera ordinata, perché l'autonomia raggiungibile nei diversi ambiti possa tradursi in autonomia della persona nel suo complesso e comunque in una migliore qualità della vita della persona.





Il raggruppamento è peraltro specializzato nella cura delle malattie neurodegenerative e dei disturbi del movimento, con un particolare riferimento alla malattia di Parkinson. In tal senso la Casa di Cura Privata Villa Margherita – unità locale di Benevento - fa parte della rete di riferimento nazionale per lo studio e la cura della malattia di Parkinson. Il progetto nasce con l’obiettivo di effettuare una presa in carico multidisciplinare del malato nelle fasi avanzate di malattia, fasi nelle quali il solo approccio farmacologico non è in grado di contenere la disabilità e far fronte a disturbi posturali, di equilibrio, disturbi del linguaggio ecc. Obiettivo del ricovero è inoltre quello di addestrare il paziente e la famiglia ad una corretta gestione delle complicanze non motorie della malattia. Infatti, nonostante gli sforzi fatti dalla ricerca sia in ambito farmacologico che chirurgico, la malattia di Parkinson rimane una malattia progressivamente invalidante. L’importanza di programmi di prevenzione e di contenimento della disabilità costituiscono pertanto una parte di grande rilievo dell'assistenza di questi malati. A tale scopo è stato formato personale medico e paramedico specializzato (infermieri, terapisti della riabilitazione, logopedisti, psicologi ed assistenti sociali) dedicati al trattamento ed alla gestione a lungo termine delle complesse problematiche di questi malati.